1861-2011: 150 anni d'Italia
1861-2011: 150 anni d'Italia
  • Teatro Magnani e Municipio
  • Municipio (interno) e Ponte Romano
  • Bassorilievo del Duomo e Cortile ex convento Orsoline

COMMERCIO SU AREE PRIVATE

carrello spesa

 

 

 

 

 

 

 

MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DELLE VENDITE PROMOZIONALI E DELLE DATE DI INIZIO DELLE VENDITE DI FINE STAGIONE (SALDI)

Aggiornamento maggio 2017

Si informa che con atto deliberativo n. 612 del 15 maggio 2017 la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha previsto, a parziale rettifica della deliberazione 9 novembre 2016 n. 1804, che “...gli enti locali possono prevedere deroghe al divieto di effettuare le vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i periodi delle vendite di fine stagione (saldi), nel rispetto della prescrizione che tale deroga sia circoscritta ad eventi organizzati dall'ente locale, in collaborazione con le Associazioni di categoria del commercio, ai fini di promozione del territorio per un massimo di tre giorni non continuativi...”.

Rimangono invariati gli altri contenuti della deliberazione G.R.E.R. 1804/2016 sotto descritta.

Disposizioni novembre 2016 (norma originaria)

Con deliberazione n. 1804 del 9 novembre 2016 la Giunta della Regione Emilia-Romagna ha recepito, in relazione alla disciplina delle vendite straordinarie in oggetto, l'indirizzo di coordinamento assunto in sede di Tavolo Tecnico interregionale del commercio tenutosi nell'ambito della Conferenza delle Regioni il 24 maggio 2016. In tale occasione è scaturita la necessità di armonizzare a livello nazionale la normativa delle diverse regioni disciplinante tali vendite straordinarie. Tale esigenza, in particolare, è stata espressa con riferimento al divieto di effettuazione delle vendite promozionali di talune categorie merceologiche nei 30 giorni antecedenti i saldi di fine stagione, nonché all'opportunità di uniformare le date di avvio di questi ultimi.

In applicazione del succitato orientamento, con la deliberazione 1804/2016 la Giunta regionale, previa acquisizione del parere positivo delle principali associazioni di categoria del settore, ha pertanto disposto:

  • non possono essere effettuate, nei 30 (trenta) giorni antecedenti i periodi delle vendite di fine stagione, vendite promozionali dei seguenti prodotti: abbigliamento, calzature, biancheria intima, accessori di abbigliamento, pelletteria e tessuti per abbigliamento ed arredamento;

  • i saldi invernali si svolgeranno a partire dal primo giorno feriale antecedente l'Epifania (disposizione confermata) con la prescrizione che qualora tale giorno coincida con la giornata di lunedì l'inizio di detti saldi è anticipato al sabato precedente (novità);

  • i saldi estivi avranno inizio dal primo sabato di luglio;

  • entrambi i periodi avranno una durata massima di 60 (sessanta) giorni;

  • sono confermate le disposizioni contenute: nell'art. 15 del D.Lgs. 114/1998 in tema di pubblicità e trasparenza del prezzo di vendita, nonché, in riferimento alle vendite di fine stagione, le altre prescrizioni di cui all'Allegato “A” della deliberazione G.R.E.R. 1732/1999, come modificata da delib. G.R.E.R. 1780/2013.

Per l'anno 2017, dunque:

  • i saldi invernali avranno inizio il 5 gennaio 2017 e potranno essere effettuati al massimo fino al 5 marzo 2017;

  • i saldi estivi avranno inizio l'1 luglio 2017 e potranno essere effettuati al massimo fino al 29 agosto 2017;

  • è fatto divieto di effettuare vendite promozionali dei prodotti appartenenti alle categorie merceologiche sopra menzionate, nei periodi 6 dicembre 2016 – 4 gennaio 2017 e 1 – 30 giugno 2017.

 

 

icon MEDIE STRUTTURE DI VENDITA. CRITERI rilascio autorizzazioni (49.11 kB)

icon DOMANDA di autorizzazione per vendita funghi. (50 kB)

icon Atto di impegno d'obbligo vendita merci ingombranti (52.12 kB)

link Link utili:

- SUAPER

- CAMERA DI COMMERCIO DI PARMA

- REGIONE EMILIA-ROMAGNA

- MINISTERO PER LO SVILUPPO ECONOMICO

Si ricorda di comunicare all'Ufficio Tributi (all'indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) ogni inizio, variazione e/o cessazione di occupazione di immobili compilando la dichiarazione Tassa Rifiuti (TARI) che potete trovare nella sezione Tributi Comunali:

Ufficio Tributi Sezione TARI

 
www.fidenza.mobi