1861-2011: 150 anni d'Italia
1861-2011: 150 anni d'Italia
  • Teatro Magnani e Municipio
  • Municipio (interno) e Ponte Romano
  • Bassorilievo del Duomo e Cortile ex convento Orsoline

Gemellaggi

HERRENBERG

Herrenberg è inconfondibile.
Il suo aspetto più caratteristico, la dominante Chiesa collegiata posta su una imponente terrazza a mezza costa dello Schossberg, è divenuto il simbolo della città. Ciò che un tempo, mille anni fa, caratterizzava questo nostro occidente, cioè la triade nobiltà, clero e borghesia,è visibile ancora oggi nella struttura urbana di Herrenberg.

A suo assoluto coronamento sta la magnifica Chiesa collegiata i cui lavori di costruzione, iniziati più di 700 anni fa, ebbero termine 200 anni dopo. Il monte, su cui la Chiesa è situata, si presenta pericoloso: scivola lentamente verso la città e porta con sé anche la chiesa.
E' già stato realizzato un esemplare intervento di recupero. Furono infatti prese ampie misure di sicurezza e di risanamento ed il 5 dicembre del 1982 il Vescovo regionale del Wurttemberg poté riconsacrare la Chiesa dopo i lavori di restauro durati quasi dieci anni. La Collegiata di Herrenberg rappresenta in tutto il Land del Baden-Wurttemberg "una delle più grandi imprese nell'ambito della conservazione dei monumenti", come è stato detto dal primo ministro del governo regionale in occasione della cerimonia della consacrazione.
Con questa operazione il Land non solo ha ricosciuto l'importante ruolo storico di questa prima chiesa a sala in tutta la Svevia, ma ha anche dimostrato di voler riconoscere a questo edificio una funzione primaria nell'architettura ambientale-paesaggistica.

 

Herrenberg in un'incisione su rame di Matthias Merian, 1643

 

SISTERON

A metà strada tra le Grandi Alpi e il Mediterraneo, nel cuore di una natura selvaggia e preservata, ecco l'Alta Provenza e Sisteron sua vera meraviglia. Sita all'altitudine di 485 metri, sotto il cielo più puro d'Europa, questa cittadina di 7.000 abitanti vi entusiasmerà coi molteplici aspetti del suo fascino:

  • un sito incomparabile: la chiusa del fiume Durance con la Roccia della Baume dal rilievo titanico;
  • un clima eccezionale tanto per la freschezza delle notti estive quanto per la lunghezza dei suoi autunni magnifici;
  • un patrimonio artistico medievale importantissimo il cui pezzo più straordinario è la Rocca, ma che comprende pure la Cattedrale Notre-Dame des Pommiers gioiello dell'arte romana, i conventi e le torri;

Passeggiando per le contrade di Sisteron, si va alla scoperta di villaggi aggrappati ai pendii inondati di sole, di chiese che appaiono alla svolta della strada, di paesaggi maestosi dalla bellezza insieme ruvida e umana.

 

Vista di Sisteron

 
www.fidenza.mobi