1861-2011: 150 anni d'Italia
1861-2011: 150 anni d'Italia
  • Teatro Magnani e Municipio
  • Municipio (interno) e Ponte Romano
  • Bassorilievo del Duomo e Cortile ex convento Orsoline

Autorizzazione Unica Ambientale

I gestori degli impianti che intendono o devono richiedere il rilascio, la modifica sostanziale o il rinnovo dei titoli abilitativi in materia ambientale richiamati dall´articolo 3 del DPR 59/13 devono presentare la domanda di Autorizzazione Unica Ambientale.

I titoli abilitativi in materia ambientale interessati sono di seguito elencati:

  1. autorizzazione agli scarichi di cui al Capo II del Titolo IV della Sezione II della Parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n° 152;
  2. comunicazione preventiva di cui all´articolo 112 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n° 152, per l´utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e delle acque reflue provenienti dalle aziende ivi previste;
  3. autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all´articolo 269 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n° 152;
  4. autorizzazione generale di cui all´articolo 272 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n° 152;
  5. comunicazione o nulla osta di cui all´articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge 26 ottobre 1995, n° 447;
  6. autorizzazione all´utilizzo dei fanghi derivanti dal processo di depurazione in agricoltura di cui all´articolo 9 del decreto legislativo 27 gennaio 1992, n° 99;
  7. comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n° 152.

Dal 13 giugno 2013 la domanda di AUA va presentata allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), così come indicato all´articolo 4. Il medesimo articolo fissa i tempi e le modalità per il rilascio dell´autorizzazione.

L'autorità competente per il rilascio dell'AUA è l'ARPAE: cliccare qui per maggiori dettagli.

L'istanza va corredata dalla ricevuta del pagamento dell'imposta di bollo virtuale (€ 16,00), il cui pagamento può essere effettuato attraverso una delle seguenti modalità:

  • tramite il sistema informatico regionale payer.lepida.it, che permette di effettuare transazioni di pagamento online tramite carta di credito, carta prepagata o bonifico bancario, cliccando nell'apposita sezione “pagamento diritti Edilizia/Ambiente/Mobilità sostenibile” e “pagamento marche da bollo” una volta selezionata la Provincia e il relativo Ente;

  • tramite bonifico bancario intestato a Comune di Fidenza - servizio tesoreria (Cariparma Credit Agricole - Ag. 1 Fidenza) - IBAN IT59N0623065730000035625291, causale "NOME COGNOME. Autorizzazione Unica Ambientale. Pagamento marca da bollo";

  • tramite bollettino di c.c. postale intestato a Comune di Fidenza - servizio tesoreria - c.c. postale 16349433 causale "NOME COGNOME. Autorizzazione Unica Ambientale. Pagamento marca da bollo".

 

Al momento del ritiro del provvedimento di AUA, è dovuto il pagamento dei diritti istruttori, pari ad € 50,00, da corrispondere con una delle modalità di cui sopra.

 
www.fidenza.mobi